Con la stagione estiva appena iniziata, vale la pena di approfondire la conoscenza del mercato immobiliare turistico nel nostro Paese e dei trend che lo caratterizzano. Non bisogna pensare che il mercato in questione riguardi solo le località di mare, anche se queste ultime fanno registrare un evidente predominio: la richiesta di immobili è alta anche in montagna e al lago.

L’importanza del mercato straniero

Come è facile immaginare, un ruolo di primo piano in questo contesto è anche quello che viene ricoperto dal mercato straniero. I turisti europei, in particolare, dimostrano un certo interesse verso le più note destinazioni della Sicilia e, soprattutto, per le località balneari della Campania: ad attirare l’attenzione e il denaro di chi arriva da oltreconfine sono specialmente Positano e Amalfi, senza dimenticare Sorrento e Ischia.

Per quel che riguarda le regioni del centro nord, invece, spiccano le performance positive della Liguria, favorite tra l’altro dal proliferare di piste ciclabili, che costituiscono un elemento di attrazione importante per chi giunge dai Paesi del Nord.

I borghi marittimi

I borghi marittimi sono quelli che attirano in maniera più consistente il turismo straniero: chi ha grandi disponibilità economiche potrebbe essere interessato a comprare case d’epoca o ad acquistare soluzioni indipendenti che, pur da una posizione defilata, regalano visuali panoramiche da sogno, sul mare o sul lago.

Diverso è l’atteggiamento degli italiani, che si mostrano propensi a investire cifre più basse; le loro preferenze si orientano verso gli appartamenti abbastanza vicini alle spiagge, anche se ciò implica di dover dire addio al fronte mare.

Come e perché si spende

Circa il 6 per cento degli investitori ha in mente di trovare una casa vacanze. Il mercato immobiliare presenta, poi, un 18 per cento di clienti che desiderano una casa a uso investimento.

Le ricerche in Rete dimostrano che sempre più persone sono interessate a comprare una casa che possa poi essere trasformata in un bed and breakfast. Deve essere anche per questo motivo che è il trilocale la formula immobiliare più ambita, richiesta in quasi il 35 per cento dei casi.

Sul secondo gradino del podio delle preferenze ci sono le soluzioni indipendenti, che arrivano quasi al 28 per cento, mentre in terza posizione si piazzano i bilocali, scelti da 1 acquirente su 4. Avendone la possibilità, si tende a preferire una sistemazione che sia dotata di uno spazio esterno, come per esempio un giardino, un balcone vivibile o un terrazzo. La vicinanza ai luoghi balneari è, inoltre, una delle comodità a cui difficilmente si riesce a rinunciare.

Il mercato immobiliare turistico e l’invasione straniera

La piacevole e redditizia invasione di investitori stranieri per il mercato turistico immobiliare permette di scoprire che a prediligere il nostro Paese sono in modo particolare i tedeschi, i britannici e gli americani. I russi fino a poco tempo fa avevano quasi colonizzato la zona del lago di Garda, mentre attualmente sembrano preferire destinazioni differenti per investire.

Il Veneto, la Toscana e l’Abruzzo vanno annoverate tra le regioni che ottengono i riscontri più positivi, non solo dal punto di vista commerciale ma anche a livello di effettivo gradimento che viene espresso da parte dei turisti.

Comprare un immobile turistico in Abruzzo: ecco come fare

Vuoi approfittare delle tendenze del mercato immobiliare turistico attuale e comprare un appartamento sulla costa abruzzese? Contattaci, e saremo a tua disposizione per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.